Motivazione e crescita personale

Sempre connessi
Febbraio 4, 2021
Le relazioni tossiche: quando l’amore fa male
Marzo 5, 2021

Motivazione e crescita personale

Risultato immagini per cambiamento

Spesso nella vita ci si trova di fronte a dei circoli viziosi, che si tratti del lavoro, delle relazioni sociali o di progetti di vita, dove nonostante si faccia del proprio meglio il risultato sembra essere sempre lo stesso.

Se ti ritrovi in questa descrizione e ti chiedi il perché di queste situazioni sei già a buon punto, vediamo perché.

Osservando una celebre frase di C.G. Jung “Poco importa sapere dove l’altro sbaglia, perché lì non possiamo fare molto. È interessante sapere dove sbagliamo noi stessi, perché lì si può fare qualcosa.” si comprende che la strada per produrre un cambiamento inizia dalla presa di consapevolezza delle proprie azioni e una buona dose di motivazione e forza di volontà.

Al gradino più basso della scala c’è l’“incompetenza inconsapevole”. Questo è il livello 0 del percorso, dove non c’è ancora una presa di consapevolezza di tutti quegli aspetti di sé che sono disfunzionali e che vanno rivisti. Questo punto coincide con la zona comfort, dove c’è una certa comodità ad agire sempre allo stesso modo, o addirittura a non agire, e se le cose non cambiano, se c’è qualcosa di sbagliato le colpe vengono fatte ricadere sull’altro.

Il salto al primo step avviene quando ci si pone delle domande, quando invece di gettare le colpe fuori da sé, ci si inizia a chiedere se sia il proprio modo di pensare/agire a portare sempre agli stessi risultati. È lo step della “incompetenza consapevole”, una posizione molto scomoda dato che lasciare la propria zona comfort porta con sé disagio e malessere, le proprie credenze iniziano a vacillare e tutto ciò cui si è sempre fatto affidamento non funziona più.

Non è facile reggere la sensazione di disagio, e la tentazione a tornare a stare comodi è forte, ma una volta superate queste resistenze si passa allo step della “competenza consapevole”. A questo punto c’è la vera e propria azione verso il cambiamento. Una volta compreso che il vecchio modus operandi non funziona, si cercano attivamente nuovi modi, più funzionali, di affrontare le situazioni. Anche questa fase è molto faticosa, non mancano momenti di frustrazione e malessere, ma anche ricca di soddisfazione personale quando si nota che effettivamente le cose iniziano a cambiare e non si cade più nei soliti circoli viziosi. Di fatto si rimane in questa fase finché le nuove modalità di pensare/agire non vengono interiorizzate e non divengono automatiche, quando si mettono in atto le nuove competenze in modo inconsapevole.

Lo step della “competenza inconsapevole” sta ad indicare che il cambiamento è avvenuto, e cambiare il proprio atteggiamento verso le situazioni fa sì che tutto intorno si rinnovi. Questo step non è definitivo, lo si può pensare come un nuovo punto di partenza, e se col tempo il nuovo atteggiamento dovesse diventare disfunzionale, si apre la possibilità di un altro processo di cambiamento.

L’intero percorso di ogni individuo è fatto di cambiamenti, dall’infanzia alla vecchiaia, dal primo giorno di scuola fino all’ultimo di lavoro. Restare fermi e comodi quando tutto intorno è in continuo cambiamento sottrae la possibilità di sperimentare nuove opportunità, e con esse di esprimere parti di sé che altrimenti rimarrebbero nascoste.

Centro Clinico Alma
Centro Clinico Alma
Il Centro Clinico di Psicologia e Psicoterapia Alma nasce come associazione libero professionale di psicoterapeuti, fondata da alcune socie fondatrici del Consultorio Alma, con l’intento di offrire un servizio specialistico atto a rispondere ai diversi bisogni della persona con problematiche psicologiche, sociali, dall’età evolutiva all’età adulta Nel centro operano psicoterapeuti qualificati pronti a rispondere ai diversi bisogni degli individui, coppie e famiglie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *